Escursioni e itninerari in Svezia

Isola di Oland

Isola di OlandÖland è un'isola della Svezia,  la più piccola provincia della nazione e seconda per dimensione solo all'isola di Gotland. Con un'area di 1.342 kmq è questa una zona tra le più soleggiate del paese. I suoi abitanti, circa 25.000, e i vacanzieri che la frequentano ogni anno, usufruisco di una delle più grandi infrastrutture della regione scandinava, il ponte di Öland che attraversa sin dal 1972 lo stretto di Kalmar, collegando l'isola con la regione di Småland.

Le caratteristiche paesaggistiche e archeologiche dell'isola di Oland sono rinomate anche a livello internazionale, tanto che l'UNESCO ha dichiarato la sua parte meridionale patrimonio dell'Umanità. Di Oland si conoscono in particolare le sue lunghe spiagge dorate e il suo piccolo capoluogo Borgholm, rinomata per essere da tempo considerata come riviera svedese. Ma sono gli antichi mulini a vento in legno (vista anche la coincidenza del nome) a caratterizzare più di ogni altro questo luogo dal paesaggio quasi surreale. Si dice che un tempo l'isola contasse più mulini a vento che l'Olanda! Immaginate immense praterie a tratti interrotte da altopiani in pietra calcarea, lunghe giornate di sole che in estate arrivano anche ad una temperatura di 30º C, spiagge bianchissime e mare cristallino, mulini a vento abbandonati o restaurati, accompagnati non di rado da misteriose pietre megalitiche di antiche ere, questo è ciò che si presenta al visitatore nell'isola di Oland. Il totale dei turisti annuali è di circa 2 milioni di unità.

La parte settentrionale dell'isola, nell'area conosciuta come Sandvik, nella costa occidentale e a pochi chilometri dal capoluogo Borgholm, è caratterizzata da uno dei mulini a vento più grandi del mondo, il Sandvikskvarn, oggi utilizzato anche come ristorante e pizzeria. Nelle vicinanze consigliamo di non perdere il villaggio di Källa Kyrka, con la sua chiesetta medievale nel cui interno è custodito una pietra runica vichinga, le splendide spiagge di Grankullavik e Lyckesand, e la Riserva Naturale di Trollskogen.

Spostandosi verso il centro dell'isola si ammirano diverse località dalla storia antica. Non lontano da Färjestaden, troviamo il tumulo funerario di Gråborg, dell'età del ferro e dalla grande circonferenza di 640 metri. Da non perdere l'escursione alle rovine del castello di Ismantorp: immerso in un fitto bosco e circondato com'è dai resti di quasi un'ottantina di capanne, rimane uno dei luoghi più misteriosi di tutta la regione. Nelle vicinanze è da vedere anche il villaggio-museo di Himmelsberga con le sue caratteristiche casette.

La parte meridionale dell'isola è quella più rinomata, anche per essere inserita nella lista UNESCO da oltre trent'anni. Vi troviamo i resti di antiche testimonianze di ere passate: cimiteri, villaggi fortificati, borghi di pescatori; tra i tanti, il monumento di Mysinge hög, dell'età del bronzo, la pietra runica di Seby del XI secolo, il dolmen di Segerstad con oltre 200 monumenti funebri e i villaggi di Eketorp. L'isola è conosciuta anche per la particolare avifauna presente, in particolare si consiglia di visitare quella di Stora Alvaret, a cui si accompagna una delle riserve naturali più importanti della Svezia, il Naturum, dove troviamo anche il famoso faro di Lange Jan (alto 42 metri).

Articoli più letti

Voli economici per la Svezia seleziona il tuo aeroporto di partenza e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...